domenica 6 ottobre 2013

Panini al latte (ricetta giallo zafferano)



Qui in Piemonte e' arrivato il freddo.
Niente giornate soleggiate, ma più fresche. Direttamente nuvole, nebbia e freddo.
E cosa si fa in questi giorni,che neanche ti mettono voglia di uscire di casa? Semplice, accendiamo il forno!
Questa la premessa per presentare la ricetta di oggi, panini al latte.

Amo i panini al latte, trovo che mangiati a colazione con la marmellata o di sera in un aperitivo con qualcosa di salato a farcirli ( non amo i salumi, ma se a voi piacciono, andate sul sicuro con la ricetta di questi panini) siano perfetti e mi rendono sempre felice.
Panini al latte promossi a comfort food.

Ne ho provate alcune, ma devo ammettere che i più buoni sono quelli del sito Giallo Zafferano.
La ricetta, la potete consultare sul sito, ma di seguito trovate come li ho fatti io, e da qualche parte nel post troverete anche la foto.
Sto ancora lavorando sui singoli post e su dove finiscono le foto.

Per i panini

500 gr. di farina Manitoba ( io uso la farina rinforzata del Molino Serra di Monucco T.se)
50 gr. di burro
7 gr. di sale 
30 gr. di zucchero di canna
300 ml. di latte (io uso quello fresco e intero)
1 cucchiaio di lievito granulare  (io uso quello biologico per lievitati)*
per spennellare: latte q.b.

Sciogliere il lievito con una punta di zucchero in mezzo bicchiere di latte tiepido, e lasciare che il lievito riposi per una decina di minuti.
Nel frattempo mettete un una planetaria la farina, il burro fuso ed il latte intiepidito (il lievito si attiva a 37 gradi, quindi non scaldate troppo ill latte, finireste per uccidere il lievito), lo zucchero ed il lievito, precedentemente sciolto.
Quando si starà formando la palla, aggiungete il sale e fate andare la macchina fino a quando non avete un bel composto liscio.
Mettetelo in una ciotola a lievitare, fino a che non raddoppia il volume (non do tempi, perchè meno lievito mettete e più la lievitazione sarà lenta).
Quando l'impasto avrà raddoppiato il volume, procedete a ricavare i panini, io li faccio piccoli, da 25-30 gr.
Ottenuti le varie palline, procedete a "forgiare" i panini.
Io non uso il metodo di GZ, mi trovo meglio a mettere la pallina di pasta sul tagliere e farla roteare fra indice e pollice, in questo mondo ottengo una bella palla liscia liscia.
Mettete i singoli panini su una teglia con carta forno e lasciateli lievitare per circa 30 minuti.
Quando saranno lievitati, io procedo a spennellarli con il solo latte tiepido, non mi piace la doratura con l'uovo.
Infornate a 200 gradi per circa 15-18 minuti, fino a quando non saranno ben dorati.
Il mio forno cucina bene il pane in modalità ventilato, appena inforno i panini spruzzo con uno spruzzino di acqua le pareti del forno, poi chiudo e lascio che si diventino belli dorati.


* preferisco diminuire la quantità di lievito ed aumentare i tempi di lievitazione, questo secondo me rende i panini più leggeri e soprattutto è meglio non esagerare con il lievito.

...vi lascio con la speranza che voi li facciate e buon appetito.

Nessun commento:

Posta un commento