martedì 21 gennaio 2014

barrette ai cerali (..e se parlassimo di homemade)




Io sono da cose semplici, non amo i dolci "trofei".
Quei super dolci stile "il Boss delle Torte" o "torte in corso con Renato" non si addicono alla mia persona.

Ogni tanto mi sento attrarre da quel mondo, mi immagino con un grembiule in toni pastello che tiro pasta di zucchero e faccio animaletti come unicorni da mettere sulle torte, ma poi mi sveglio da quello che sembra un sogno, ma che mi lascia un pò di amaro in bocca e capisco che non sono io.

Io sono da cose semplici, io amo le farine rustiche ed i sapori antichi.
Io amo la torta di mele, il pane croccante appena tirato fuori dal forno.
Io uso lo zucchero di canna la mattina nel tè o nel caffelatte, cerco di mettere sempre un pochino di farina integrale nell'impasto del pane, certo un pochino cado nella tentazione del burro.
A quello non rinuncio, possono raccontarmi tutte le storie del mondo, ma la pasta frolla con il burro è troppo buona.
Anche io faccio le mie belle torte guarnite, a Natale ho vinto quella del pranzo con i parenti, ma cerco sempre di prediligere il gusto e gli abbinamenti alla sola estetica.
Meglio un pò più bruttina nell'aspetto, ma che stupisca nel sapore, che una torta superbella ma che non dia alcuna gioia al palato.


Premesso quella che non sono, ora dichiaro quella che sono.
Amo l'home made, amo autoprodurmi le cose.
Vorrei fare di più, ma come tutte le persone che lavoro il tempo è super tiranno.

Vi avevo già lasciato la ricetta del dado granulare (spulciate nei post vecchi del blog e state certi che le troverete), ma quella che vi do oggi è superba.
Sono delle barrette home-made.
La ricetta proviene dal "coffeandmattarello" ed io ho apportato qualche modifiche nella scelta degli ingredienti, ma il risultato finale è strepitoso.

Uso delle barrette? La mattina appena svegli per colazione, a metà mattina come brunch.
L'ometto grande di casa, le mangiava la sera tardi dopo che l'ometto piccolo era andato a fare la nanna, davanti alla tv.

Voi fatele e non vi preoccupate, non dureranno troppi giorni.


BARRETTE  AI  CEREALI
Ingredienti (io ho ottenuto 16 barrette)

1 uovo
4 cucchiai di zucchero di canna chiaro
1 cucchiaio colmo di miele di acacia
5 cucchiai di farina multicereali
40 g di olio di mais
mezzo cucchiaino di lievito per dolci
120 g di fiocchi d'avena
50 g di riso soffiato bio
50 g di fiocchi di kamut bio
1 cucchiai abbondante di uvetta
1 cucchiaio abbondante di cocco grattuggiato

Sciacquare l'uvetta sotto l'acqua corrente e lasciarla in ammollo per una decina di minuti o fino a quando non sarà morbida.
In una ciotola capiente, sbattere con una frusta l'uovo con lo zucchero e il miele fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Aggiungere l'olio, la farina, il lievito e mescolare delicatamente. Aggiungere fiocchi d'avena, il riso soffiato, il fiocchi di kamut bio, l'uvetta e il cocco.
Impastare bene fino ad ottenere un composto umido.
A me non è rimasto umido, non so se perché avevo un uovo troppo piccolo o altro.
Quindi proverò a farle un' altra volta mettendo due uova.
Con un cucchaio o con le mani pulite ed un po' umide (come ho fatto io) prelevare un pochino di impasto e versarlo sulla carta forma dandogli la forma di barrette.


Infornare in forno già caldo a 180° per 10-12 minuti, fino a che non saranno belle dorate. Far raffreddare bene le barrette prima di toglierle dalla teglia.
Conservare in un contenitore a chiusura ermetica.

NOTE:  le mie barrette avevano un sapore eccezionale ma erano particolarmente fragili, nel senso che si rompevano facilmente, ma posso garantire che non è andata sprecata neanche una briciola.

2 commenti:

  1. Eccomiiiiiiiiiii approdata! :) la mia disorganizzazione cronica, come ti dicevo, ha colpito ancora e mi ero persa il post! Mannaggia a me :) condivido ogni parola che hai scritto, anch'io non sono da pasta di zucchero, ma da dolci che sanno di ingredienti grezzi e genuini...che dire poi dell'homemade?? Ne sono dipendente! :D sono felice che le barrette vi siano piaciute....anche le mie erano fragiline, devo provare a farle più spesse e a pressarle meglio! Ma anche stavolta hai ragione: fragili o no, finiscono in frettissima! Posso linkare questo post sulla pagina facebook di C&M?? Un abbraccio e grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per essere passata. Certo che puoi linkare questo post sulla pagina Facebook di c&m. Sarebbe un onore :-)

      Elimina