mercoledì 23 aprile 2014

Bagels

BAGELS ed il mio omaggio culinario a “The Big Bang Theory”
Dal momento che San Valentino fu un vescovo romano del terzo secolo, che venne flagellato e decapitato, non sarebbe forse piu’ appropriato festeggiare la ricorrenza accompagnando la tua ragazza ad assistere a un brutale omicidio.
SHELDON (The Big Bang Theory)
Il tutto nasce da una conversazione su What's App, fra me e Fabiana (ogni tanto compare in questo blog con le recensioni letterarie) in merito a The Big Bang Theory.
La giovanotta mi chiedeva a che punto fossi con la visione della serie, ed io mi arrabbattavo nello spiegarle che fra il fatto che quando riesco ad avere tempo per vederlo sono le 22 passate ed il fatto che le sto guardando tutte in disordine, non ero in grado di dirle a che punto fossi.
Questa fissa con la cronologia delle serie televisive, non l'ho mai capita troppo.
Credo che alcune serie possano sopravvivere anche senza per forza guardare le puntate nell'ordine cronologico preciso.
Alzi la mano chi nella propria vita facendo zapping ed incontrando la propria serie televisiva preferita non si è fermato a guardarla, senza preoccuparsi troppo a che punto si fosse , a cosa fosse successo prima o cosa sarebbe successo dopo?
In fondo, se è la nostra serie preferita un motivo ci sarà...e quel motivo è che la conosciamo benissimo.
Ma fra i vari botta e risposta di quella conversazione ad un certo punto ho avuto l'idea di abbinare ai tre personaggi principali Sheldon, Penny e Leonard un piatto, e Fabiana invece di fermare questo delirio, mi ha assecondato.
Beata sua innocente giovinezza! Chi mi conosce da più anni, sa che la mie mente sforna idee creative a raffica e che non sempre l'accondiscendenza è il giusto apporto.
Ma che dire, Fabiana era entusiasta dell'idea io dopo tre giorni non mi ero ancora stufata di questo pensiero folle nella testa e quindi a voi l'abbinamento Sheldon-Food.
Per Sheldon io e Fabiana abbiamo pensato ai Bagels.
Questi panini soffici, che hanno un passaggio particolare pre cottura e che sono tipici della citta di NY, ci sembravano adatti per Sheldon.
Si lo so, che la serie è ambientata a LA, ma per me e Fabiana i bagels erano americani a sufficienza per entrare a pieno titolo in questo nostro personale esperimento.
La ricetta viene da un sito, dove non si sbaglia mai a cercare ricette, Giallo Zafferano.
Naturalmente io ho apportato qualche modifica sugli ingredienti, mettendo farina di farro al posto della 00, diminuendo la quantità di lievito ed aumentando i tempi di lievitazione.
per 12 bagels
Farina manitoba 250 gr
Farina di Farro 200 gr
Sale 6 gr
Lievito di birra 8 gr
Latte fresco intero 225 ml
Acqua 50 ml
Zucchero di canna 1 cucchiaino
Malto 1 cucchiaino
Burro 25 gr
Uova 1 medio per la bollitura
Malto 1 cucchiaino per guarnire
Semi di papavero q.b.
Semi di sesamo q.b.
Mettete nella ciotola della planetaria le due farine preventivamente setacciate, quindi fate un buco al centro.
In un altro contenitore versate il latte tiepido, aggiungete lo zucchero di canna, il lievito, il malto e mescolate per sciogliere il tutto.
Versate il composto di latte al centro della farina e cominciate ad impastare unendo l’uovo a temperatura ambiente.
Aggiungete anche i 50 ml di acqua tiepida nella quale avrete precedentemente disciolto il sale e amalgamate per bene gli ingredienti. Una volta ottenuto un composto omogeneo, aggiungete il burro a pezzetti ammorbidito; impastate bene il tutto per almeno 10 minuti fino ad ottenere un composto liscio, elastico ed omogeneo. Spennellate una ciotola con un filo di olio di semi, quindi adagiatevi l’impasto ottenuto che spennellerete anch’esso con pochissimo olio, e coprite la ciotola con della pellicola trasparente e lasciate lievitare fino a che il volume non sarà raddoppiato.
Trascorso il tempo di lievitazione, impastate il composto per qualche secondo e poi dividetelo in 12 palline alle quali praticherete un foro al centro allargandolo con le dita.
Una volta formati, lasciate lievitare per altri 30-40 minuti i bagels su di una teglia foderata con carta forno a 30°.
Nel frattempo mette a bollire dell'acqua in una pentola e versateci un cucchiaino di malto. Una volta raddoppiato il volume del composto, ritagliate in quadrati la carta forno sui quali sono posizionati e tuffateli delicatamente nella pentola con tutta la carta che poi estrarrete perché si staccherà da sola.
Lasciate sobbollire per 10 secondi i bagels, facendo sì che si bagnino su entrambi i lati, poi estraeteli sgocciolandoli per bene con una schiumarola e poggiateli su di una teglia foderata con carta forno.
Non vi preoccupate se una volta scolati, i bagels sembreranno proprio bruttini e grinzosi, una volta cotti torneranno lisci e bellissimi.
Cospargete i bagels con i semini prescelti e infornateli immediatamente a 220° per circa 20 minuti.
Una volta scolati dall’acqua bollente, non lasciate i bagels ad asciugare per più di 5 minuti sulla teglia prima di infornarli.
Infornate i bagels a 220° in forno statico per circa 20-25 minuti, spruzzando all’interno del forno un po’ di acqua (io uso il mio spruzzino). Non appena i bagels diverranno dorati estraeteli dal forno e lasciateli raffreddare su di una gratella.

1 commento:

  1. Sono molto contenta di averti assecondato! Ahah
    Fabi

    RispondiElimina