mercoledì 23 marzo 2016

Filoncini di Pane con Semi di Girasole

E’ arrivata la primavera.
L’arrivo della primavera è sempre il mio miracolo personale.
L’attendi per tutto l’inverno, quando il freddo ti rende particolarmente pigro e poco energico,al punto che ti dimentichi come siano le giornate che iniziano e finiscono con la luce, le giornate in cui apri gli occhi ed il cielo sopra di te è terso e luminoso e poi eccola che arriva.
Un po’ di sole, le prime primule in giardino, i boccioli sugli alberi e lo sai, lo percepisci.
Tutto intorno a te si risveglia, tutto intorno a te è luce, bellezza e colore.
E’ arrivata la primavera, e la primavera è gioia ed allegria.
La primavera sono le corse nei prati fino ad avere le guance rosse ed accaldate, la primavera è la risata argentina di un bambino, è il sentire la pelle scaldata dal sole, è il vedere in un vaso dimenticato in terrazza le prime foglioline verdi.

La primavera per me fra le mille cose è il profumo del pane che si cuoce in forno, e la ricetta di oggi è quella di un pane molto delicato adatto per i primi picnic di questa stagione e per le colazioni con la marmellata prima di fare lunghe passeggiate.
E’ un pane buono perché ha tutti i semini, e fatto con tante farine diverse che gli conferiscono un colore ed un profumo davvero delicato.

INGREDIENTI

200 gr. farina manitoba
100 gr. farina 0
200 gr. farina di segale
100 gr. farina integrale
150 ml. di acqua tiepida
200 ml. di latte tiepido
15 gr. di lievito di birra
2 cucchiai di olio EVO
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaio raso di zucchero di canna

2 cucchiai di semi di girasole per decorare il pane.

PROCEDIMENTO

Versare in una planetaria le farine, l’acqua, il latte, il lievito sbriciolato, lo zucchero di canna e i due cucchiai di olio EVO ed azionare la macchina, quando il composto è ben amalgamato aggiungere il sale e far andare per una decina di minuti.
L’impasto dovrà essere ben elastico ed omogeneo.

A questo punto trasferirlo in una ciotola ben oliata e coperta con un po’ di pellicola e far lievitare fino al raddoppio.

Dopo che l’impasto sarà ben lievitato, spezzare l’impasto in 3 panetti di uguale peso all’incirca, e stenderli in dei rettangoli alti al massimo 1,5 centimetri.
Partendo dal lato corto, arrotolare i rettangoli su loro stessi fino ad ottenere un filoncino bello cicciotto.
Ripetere l’operazione anche per gli altri panetti.

Mettere i tre filoncini in una teglia di carta forno e lasciare riposare per una trentina di minuti.

Accendere il forno a 190 gradi.

Appena il forno raggiunge la temperatura, prima di infornare i panini spennellarli con del latte  tiepido e cospargerle di semi di girasole ed infornare.

Durante la cottura se i panini dovessero scurirsi troppo, abbassare la temperatura di una decina di gradi.
I panini dovranno cuocere per circa 25 minuti  fino a quando saranno belli dorati e “bussando” sul dorso si sentirà un rumore di vuoto.

Lasciar raffreddare prima di consumare.


1 commento:

  1. Adoro mettere le mani in pasta, non ho una ricetta vera e propria...Ma mi piace sperimentare, grazie!! Assunta

    RispondiElimina