domenica 12 gennaio 2014

Focaccina focaccine e focaccette

Non ho mai postato una ricetta di una focaccia, sebbene sono anni che almeno due o tre volte al mese ne faccia una; un po' perché il web ne è davvero pieno ed un po' perché non ho mai pensato di farlo.
Ma poi una sera una strana magia e' avvenuta fra le pareti della mia cucina.
In frigo ho trovato un pochino di ricotta che chiedeva di essere salvata e sul retro di una busta di farina che chiedeva di essere provata...e voilà la ricetta di questa focaccia che è morbida, gustosa sia così nuda e cruda come la vedete in foto sia tagliata a metà e farcita con qualche fetta di prosciutto.

La ricetta di questa storia curiosa viene dal retro della confezione della farina di Manitoba del Molino Chiavazza.
In generale non faccio mai le ricette allegate ai prodotti che compro, non so perché, probabilmente perché non vedendo la figura non so mai come potrebbero venire, ma questa volta sono contenta di averlo fatto.

Voi provatela e fatemi sapere se vi è' piaciuta come e' piaciuta a noi.

FOCACCIA ALLA RICOTTA

500 gr. Farina Manitoba
100 gr di ricotta 
2 cucchiai di olio EVO
10 gr sale 
Un cucchiaino di zucchero 
250 ml di acqua ( valutate voi se aggiungerne altra per avere un impasto bell'elastico) 
Due cucchiai di lievito secco ( io uso sempre quello naturale, che uso in tutti i lievitati)
 Per l'emulsione: 4 cucchiai di olio di oliva, 8 cucchiai di acqua e un pizzico di sale 

Attivare il lievito naturale con una parte dei 250 ml di acqua ed il cucchiaino di zucchero.
Nel frattempo mettere nella ciotola della planetaria la farina, la ricotta setacciata, l'olio EVO  e la restante parte di acqua; unire il lievito ed iniziare a lavorare.
Quando l"impasto inizia ad amalgamarsi aggiungere il sale e continuare a lavorare fino a quando il composto non sarà morbido ed elastico.
Mettere l'impasto in una ciotola coperta da pellicola alimentare in un posto caldo fino a quando non avrà raddoppiato di volume.
A questo punto, versare l'impasto senza lavorarlo ( per non fargli perdere aria) in una teglia foderata con un foglio di carta forno ed oliata.
Fare dei grossi buchi nell'impasto con le dita e versarvi sopra una parte dell'emulsione, che si fa mescolando vigorosamente in una ciotola con una frusta o una forchetta acqua olio e sale.
La focaccia potrà' sembrarvi "affogata", ma non vi preoccupate resterà buona.
Mettete a lievitare nuovamente per 30-40 minuti e passato questo tempo versarvi sopra la restante emulsione.
Infornare in forno precedentemente riscaldato a 180-200 gradi per circa 30 minuti o fino a quando non sarà dorata.

Nessun commento:

Posta un commento

Torta di mele e yogurt

Oggi ospiti in cucina...ecco a voi Stefania e la sua splendida torta di mele Lascio la parola a lei: Io adoro le...