domenica 5 ottobre 2014

Ricetta per un pane facile e veloce


Questo è in assoluto il pane più semplice che abbia mai fatto e soprattutto con un pane così quasi mai si sbaglia con il risultato finale.
Dico "quasi" mai, perchè in primis la panificazione non è una scienza così esatta, almeno per mia esperienza personale, e secondo perchè non voglio avere sulla coscienza la vostra delusione qualora venisse male.

Ma questo, non deve spaventarvi ed affrontate questa ricetta molto tranquillamente e serenamente; credo che la panificazione risenta molto del nostro umore, se fate il pane serenamente sarà sicuramente più buono, se lo fate arrabbiate e spaventate, sicuramente, qualcosa andrà male.
Sebbene, credo che più ad amplio raggio il miglior compagno durante i lavori sia la serenità e l'amore, nel pane credo che questo sia indispensabile, in quanto il lievito, l'acqua e la farina sono proprio lo specchio della nostra anima.

E poi un ultima cosa, non abbiate fretta. La fretta non è amica della panificazione, nonostante la velocità di questo pane, non correte troppo e non mettete fretta all'impasto.
Il risultato finale ne risentirà ed a voi sembrerà di aver perso il doppio del tempo.

Ma bando alle ciance, allacciate il grembiule che si "vola" (qui la velocità è auspicabile) in cucina

La ricetta viene da questo libro "FACILE COME IL PANE"di P.Roaldi 


e si chiama PANE DI IRIS (io ho modificato leggermente la ricetta, integrando parte della farina con quella integrale)

PER IL PANE

400 gr. farina 0
100 gr. farina integrale
5 gr. zucchero
12 gr. lievito di birra
280 ml. acqua (la fairna integrale tende ad assorbire più liquido, quindi se necessità non esitate ad aggiungere 10-15 ml. di acqua)
5 cucchiai (uno per ogni 100 gr. di farina) di Olio EVO
10 gr. di sale

PER L'EMULSIONE
acqua
Olio EVO
Sale

Sciogliete il lievito con una parte di acqua e lo zucchero in una ciotola.
Mettere nella ciotola della planetaria le due farine, il contenuto della ciotola e la restante acqua.
Azionate la planetaria e quando l'impasto avrà iniziato ad amalgamarsi aggiungete il sale ed in ultimo l'olio EVO.
Quando l'impasto sarà bello elastico ed avrà formato una palla intorno al gancio (ci vorranno 8-10 minuti) spostate l'impasto dalla planetaria al piano di lavoro leggermente infarinato.
Dall'impasto dovete ricavare circa 6 panini da 150 gr. (sarebbe meglio armarsi di bilancia per affrontare questo passaggio, salvo possedere un buonissimo occhio ;-) )
Date la forma che preferite ad ogni pagnotta, io le ho dato la forma di filoncini arrotolati su loro stessi, posatele in una teglia e infarinate leggermente la superficie in modo che la pellicola con cui le andrete a coprire non si attacchi all'impasto e lasciate lievitare in un luogo tiepido per 45-60 minuti o cmq fino a quando non avranno raddoppiato di volume.
Mentre i panini lievitano tranquilli, tranquilli voi preparate l'emulsione unendo in una ciotola due parti di acqua, una do olio EVO ed un pizzico di sale che sbatterete con una forchetta per "emulsionare" il tutto.
Accendete il forno a 200 gradi in modalità ventilata e quando l'impasto sarà giunto a completa lievitazione togliete la pellicola e spennellate la superficie con l'emulsione precedentemente preparata ed infornate per circa 20-25 minuti fino a quando le pagnotte non saranno belle dorate.
Il mio forno non sempre ne ha bisogno, ma se volete potete mettere mentre le pagnotte si cuociono una ciotola resistente al calore con dell'acqua dentro al fine di tenere in cottura un pò di umidità.

Naturalmente, fatemi sapere come vi viene e ringrazio chiunque sia passato di qua a sbirciare questa ricettina

Nessun commento:

Posta un commento