martedì 1 ottobre 2013

Una mano truffaldina sulle polpette di zucca


Eccoci, i primi giorni di autunno sono arrivati.
Inutile girarci intorno.
Certo ci saranno altre giornate di sole, ma non saranno più calde come quelle estive.
Anche la paletta colori sta virando verso i toni che caratterizzano questa stagione.

Quindi, mie care fanciulle, basta scarpe aperte e vestiti leggerini, si ricomincia con le calze e le sciarpine.
Lo so, che molte di voi mi diranno che da loro è ancora caldo, ma vi assicuro che qui in Piemonte l'estate ha già ceduto il passo all'autunno.

E con l'arrivo dell'autunno, a casa nostra torna la zucca.

La zucca con quella sua bella polpa arancione mi mette gioia già solo a scriverne.
Io adoro la zucca, e sottolineo "io" perchè a casa mia nessuno la ama particolarmente.
Speravo di trovare un alleato nelle scorpacciate di questo frutto autunnale nel topolino di casa, ma anche lui dopo l'assaggio ha stoicamente rifiutato di procedere oltre.

Prima ricetta della stagione con la zucca, sono state le polpette di zucca, prese dal sito BabyGreen, un sito che consulto spesso e che trovo fenomenale, per come è scritto e per come è impostato, con ricettine, considgli ed idee per vivere in modo green.
Quindi dopo aver letto qui, correte anche su quel sito.

Un inciso prima di darvi dosi e procedimento, la manina che agguanta le polpette è quella del topo di casa, che non si è lasciato sfuggire l'occasione di rubare una polpetta dal vassoio, ma purtroppo si è limitato solo a rubare ed assaggiare le polpette, ma non a mangiarne.

POLPETTE DI ZUCCA
1 zucca piccola
1 pizzico di sale
5 cucchiai di parmigiano
pangrattato quanto basta

Pulire la zucca da semi e buccia e cuocerla a vapore per circa trenta minuti.
Trasferirla in una ciotola e con una forchetta ridurla a purea e aggiungere un pizzico di sale.
Aggiungere il parmigiano, fare delle polpette della dimensione desiderata e passarle nel pangrattato.
A questo punto mettere le polpette ottenute su un foglio di carta forno precedentemente oliata e cuocere a 180 gradi per circa 20-25 minuti o fino a quando non saranno dorate.

A me è successo che la polpa della zucca fosse troppo morbida e non riuscissi a ricavare le "palline". Se capita anche a voi, io ho aggiunto tanto pangrattato fino ad avere un impasto più corposo, ma le ho comunque ripassate nel pangrattato.

Suggerimenti:
Se la zucca non riscuote lo stesso entusiasmo di un goal della squadra del cuore del vostro cavaliere,  potreste mettere insieme alla polpa di zucca un paio di patate lesse e schiacciate.
Aiuteranno i non amanti della zucca ad essere più propensi ad accettarle.
Questo esperimento non l'ho ancora fatto, ma appena riesco replicherò le polpette con qualche modifica e farò un bel post in merito.

Nessun commento:

Posta un commento

Torta di mele e yogurt

Oggi ospiti in cucina...ecco a voi Stefania e la sua splendida torta di mele Lascio la parola a lei: Io adoro le...